La valle dei castelli

La Val San Martino, luogo di confine e scontri tra diversi poteri - il Comune di Milano e Bergamo prima e il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia poi; i feudatari della Brianza, i grossi borghi come Lecco, le comunità rurali - vide nella sua storia una crescita non indifferente di castelli, torri e case-forti che costellano ancora i paesi della Valle.

Ancora in epoca moderna - come emerge da una relazione redatta nel 1616 dai Veneziani per valutare lo stato delle difese della Valle - i capisaldi su cui far leva in caso di minaccia rimanevano la conformazione fisica del territorio chiuso tra l'Adda e i rilievi, il carattere bellicoso e difensivo degli abitanti e il forte legame di fedeltà instaurato con la Serenissima. Su questi si innestava un sistema protettivo ereditato dall'epoca medievale e dai suoi conflitti, militarmente modesto e antiquato ma capillarmente diffuso in ogni contrada.

Siti d'Interesse

    Questo sito utilizza cookie propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.